Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Due reti che debbono moltiplicare le occasioni di integrazione: TLC ed elettricità

Di' la tua

image_pdfimage_print

TLC_EL_lg

Sono tanti i motivi per i quali le due reti debbono “avvicinarsi”:

  • sono interdipendenti (senza alimentazione elettrica la rete TLC “cade”; senza la rete TLC la rete elettrica perde in qualità ed estensione delle possibilità di suo governo; la interdipendenza crescerà insieme con il moltiplicarsi della micro generazione diffusa sul territorio, una ridefinizione complessiva del vecchio dispacciamento;
  • lo sviluppo della rete TLC può esser facilitato dalla condivisione di parti di infrastruttura (classico esempio la possibilità di “appoggiarsi” alla rete elettrica per cablaggi in fibra ottica con evidente contenimento dei costi di realizzazione ed esercizio;
  • la questione delicatissima della cybersecurity si affronta più efficacemente con un approccio integrato fra le due dimensioni sia per la già citata interdipendenza sia per un’unitarietà di regole, procedure e soggetti, decisionali e operativi, coinvolti;
  • è consistente il potenziale di interscambio di soluzioni tecnologiche fra i due comparti e anche di coordinato fall-out verso altri comparti.

Ecco perché vanno salutate con soddisfazione le indicazioni a favore di una convergenza fra le due reti esposte da Stefano Besseghini Amministratore delegato della società RSE (Ricerca Sistema Elettrico del Gruppo GSE) in occasione di un recente meeting internazionale che si è svolto a Lecco con rappresntanti di 25 Paesi promosso dall’International Smart Grid Action Network (ISGAN) e dalla Global Smart Grid Federation (GSGF), in collaborazione con RSE.

 

E’ da auspicare che dal livello ricerca questa integrazione si espanda verso il mondo delle attività produttive. Non mancano indizi che questo sia l’intendimento dell’Amministratore Delegato dell’ENEL Francesco Starace.

 

DI' LA TUA

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>